Vivere il morire

La Civiltà Cattolica sul discorso di Papa Francesco alla WMA

Prova_Civilta_Cattolica

VIVERE IL MORIRE CON UMANITA' E SOLIDARIETA' di Carlo Casalone S.I.

Abstract da: La Civiltà Cattolica 2017 IV 533- 545 | 4020 (16 dic 2017/6 gen 2018)

Il messaggio di papa Francesco all’Associazione medica mondiale (WMA) ha suscitato interpretazioni differenti e talora divergenti. Il Pontefice ha confermato il no all’eutanasia e all’“accanimento terapeutico”. Ha però presentato con nuovi accenti la sospensione “doverosa” delle cure sproporzionate e la centralità del giudizio della persona malata. Contro ogni forma di abbandono, ha insistito sulla “prossimità responsabile” e sulle cure palliative. In conclusione ha segnalato l’ingiustizia dell’“ineguaglianza terapeutica”, come elemento rilevante nelle decisioni di fine-vita, e la necessità di ricercare soluzioni condivise – anche normative – nella società democratica.  

(Nella foto: Papa Francesco con il Collegio degli Scrittori de La Civiltà Cattolica)